Bernardo Rossellino

Bernardo Rossellino (Settignano 1409 - Firenze 1464). Architetto e scultore italiano

Fu lui a codificare il genere della tomba umanistica, volta a celebrare il defunto laico per le sue opere terrene, con la realizzazione di quella di Leonardo Bruni, cancelliere della Repubblica fiorentina e umanista egli stesso.

Scolaro e collaboratore di Leon Battista Alberti, nei primi tempi è attivo in Toscana.

A Roma lavora, per il papa Niccolò V, all'ampliamento dell'abside e del transetto di San Pietro.

Tra il 1446 e il 1450 realizza il monumento funebre di Leonardo Bruni in Santa Croce a Firenze dove fonde insieme scultura e architettura: il sarcofago, dove due vittorie alate reggono l'epigrafe in caratteri latini "Postquam Leonardus e vita migravit/Historia luget, Eloquentia muta est/ferturque Musas tum Graecas tum/latinas lacrimas tenere non potuisse" e il feretro, retto da due aquile su cui è disteso Il defunto che tiene tra le mani una copia del suo libro: Historia florentina, sono inseriti in un arco a tutto sesto, con motivi decorativi classicheggianti, nella lunetta il tondo con la Madonna col Bambino a lati di questo due mezzi busti di angeli.

Nel 1459 Pio II gli affida la sistemazione dell'antico borgo di Corsignano, oggi Pienza, secondo i principi dell'urbanistica e dell'architettura rinascimentale.

Questo articolo è sotto la GNU Free Documentation License.
Utilizza materiale dall'articolo di Wikipedia "Rinascimento".

Google
 
Web www.rinascimentoitaliano.com

ultimo aggiornamento 12 febbraio 2006
Valid XHTML1.1 & CSS.